Tattiche per incrementare il database di Email Marketing

Una sfida per tutti i digital marketer nel 2012 sembra essere quella di incrementare la dimensione del proprio database in maniera efficiente. Crescita efficiente significa essere in grado di aumentare il numero di subscribers riducendo al minimo il numero di cancellazioni, di presenze nelle spam list e, naturalmente, di bounce.

Come riuscirci?

Ecco una lista di consigli.

  1. Usare il proprio sito web. Fare in modo che l’iscrizione alla mailing list sia una priorità nelle pagine del proprio sito. Molti visitatori vogliono approfondire la conoscenza del prodotto o dell’azienda e un invito a registrarsi per ottenere maggiori informazioni è una modalità che… non passa mai di moda.
  2. Acquisire email nel mondo reale.   Se avete negozi di proprietà o organizzate un evento, dovreste incentivare il vostro staff a raccogliere indirizzi email direttamente. La durata utile di un indirizzo raccolto off line è spesso più lunga del suo equivalente  raccolto online. Tip: fate scrivere l’indirizzo due volte!
  3. Acquisire email attraverso il call center. Che si tratti di assistenza all’acquisto o post vendita, il personale del call center può essere addestrato ad utilizzare un breve speach per spiegare all’utente i vantaggi di lasciare il proprio indirizzo email.
  4. Incentivare il passaparola. Non è mai banale invitare i propri utenti a consigliare la registrazione ai propri amici. Il valore di questo tipo di referral è estremamente elevato. Va peraltro gestito in modo coerente inserendo nel proprio piano di comunicazione, oltre alle tattiche per spingere direttamente la registrazione, anche le modalità per inventivare il “passaparola”.
  5. Co-registrazioni. Alcuni editori di siti potrebbero avere un profilo di lettori molto simile a quello che vi interessa. Spesso le co-registrazioni sono servizi a pagamento (offerti da concessionarie specializzate) ma in casi specifici, e offrendo qualcosa in cambio, si possono raggiungere accordi interessanti e a costo zero.
  6. Far leva sulla pagina Facebook. Spesso è più facile aggregare utenti sulla propria pagina facebook che non sul proprio sito. Un obiettivo importante è tradurre i “fan” in utenti registrati. E’ utile quindi sia creare un tab apposito con un form di registrazione che ricordare di tanto in tanto ai fan, tramite semplici post, i vantaggi di registrarsi.
  7. Riattivare gli utenti non ingaggati. Non è propriamente un modo per accrescere il db, ma è sicuramente un passo fondamentale per renderlo più efficiente: un membro inattivo, d’altra parte, è come se non ci fosse. Gestire questo tipo di utente con apposite campagne puo’ essere un buon modo sia di “pulire” il db che di re-ingaggiare utenti “dormienti”
  8. Collezionare email “veri”. Non è tanto utile acquisire molti indirizzi, ma acquisirne di validi. E’ importante quindi fare in modo che la registrazione chieda due volte l’indirizzo e che sia previsto il double opt-in (link inviato per confermare la registrazione). Il che, oltretutto, è più rassicurante anche per l’utente.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...