Perché Pinterest potrebbe essere interessante per il vostro business

Infografica su Pinterest
Infografica di Pinterest da Monetate

Nelle ultime due settimane, in tutto il mondo, si è parlato tantissimo di Pinterest.

Anche in Italia un sacco di gente, soprattutto gente “normale” (molto meno, sorprendentemente, gente addetta ai lavori) si è iscritta al servizio.

Stando a Biz Report nuove statistiche (americane) rivelano che Pinterest sta salendo nella classifica di chi porta più referral traffic (3,6%), come Twitter e più  di YouTube (1,05%), Reddit (0,83%) e Google+ (0,22%). V. anche l’infografica qui a fianco creata da Monetate

Ma cosa è  Pinterest ?!

E’ fondamentalmente una “bacheca sociale” (board) in cui organizzare in appositi board tematici, e poi condividere, qualunque pagina si trovi navigando su internet; basta che abbia un’immagine. Si possono seguire i board creati da altri, trovare amici che sono già qui o invitarne altri.

Recentemente, alcune aziende hanno iniziato ad usare Pinterest non solo per mostrare direttamente i propri prodotti o i propri servizi ma anche tutto ciò che  in qualche modo è ad essi correlato come modi d’uso dei prodotti, commenti degli utenti, performance di vendita, promozioni.

Ecco allora alcune semplici idee per portarsi avanti e iniziare a trarre benefici dall’utilizzo di questa nuova star del web:

  1. Creare board interessanti
    Esempio di organizzazione dei board tematici
    Esempio di organizzazione dei board tematici

    I board  tematici contengono immagini che rimandano a pagine specifiche del vostro sito. Ogni board può essere personalizzato con un titolo e va poi comunque associato ad una delle categorie standard. Tale libertà d’azione consente di presentare i contenuti in modo fantasioso e accattivante e, nello stesso tempo di essere facilemnte leggibile e interpretabile dall’utente. Come nell’esempio qui a fianco.

  2. Contenuti
    Esempio di contenuti diversi da un prodotto
    Esempio di contenuti diversi da un prodotto

    Questa è la parte divertente, non ci sono limiti. Tutto ciò che basta fare è inserire la URL di una pagina del proprio sito. Se è una pagina di prodotto l’effetto è immediato: apparirà la foto del prodotto linkata alla relativa pagina del vostro sito. Se offrite un servizio, non c’è problema: l’immagine che Pinterest cattura può essere qualunque icona, immagine, grafica, che voi stessi abbiate correlato al vostro servizio. Guardate in questo esempio il board “Siri comments”

  3. Condividete! – In un’apposita sezione di Pinterest, goodies, sono a disposizione bottoni da inserire sul proprio blog o sito per consentire di fare Pin facilmente (un po’ come il “Mi piace” di Facebook). Per esempio, WordPress l’ha già fatto: in fondo a questo post trovate il bottone Pin per condividerlo sui vostri board (fatelo mi raccomando!)
  4. Mashup – Utilizzare Facebook e Twitter per aumentare la diffusione del vostro Pin board è un’altra tattica utile. Pinterest vi consente di farlo in automatico collegando a un board il feed RSS dei vostri contenuti.
    Ma anche le vostre newsletter sono un veicolo perfetto: spingere il vostro recipient a condividere il contenuto della newsletter sul proprio Pin board vi consente di aumentarne l’effetto virale.